Pubblicato da: Beppe Cacòpardo | 3 aprile 2009

31 MINUTI 53 SECONDI: UN VIDEO PER NON DIMENTICARE E AVERE FIDUCIA NEI GIOVANI

Ho ricevuto la newsletter settimUn treno per Auschwitzanale di Arcoiris.TV.  L’ho scorsa velocemente (il tempo, mannaggia, è sempre più tiranno!) e tra i vari filmati interessanti sono stato attratto dal video Un treno per Auschwitz, sottotitolo “Come una volta si parte dal binario 21 e si ripercorre lo stesso tragitto dei deportati. Sensazioni e umori per non dimenticare con gli studenti delle scuole Superiori e la Provincia di Milano”.

Abbiamo ascoltato tante storie, letto tanti libri, ci siamo emozionati e arrabbiati per tutto quello che è successo. Ci chiediamo, oggi, come ricordare e trasmettere ai giovani le testimonianze che la nostra generazione ha potuto ascoltare dalla voce dei sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti.

Solo qualche giorno fa ho partecipato alla presentazione dell’ultimo libro di Nedo Fiano “Il passato ritorna” – Editrice Monti – in Università Bocconi e mi sono rammaricato per l’assenza degli studenti, forse troppo concentrati su altri argomenti, sicuramente importanti.  Ma lì non c’erano, purtroppo.

Questo video di Bruno Capuana ha il pregio di far risaltare l’importanza della conoscenza. Gli studenti delle scuole medie superiori che, grazie all’organizzazione della provincia di Milano,  hanno avuto l’opportunità di fare questi viaggi ad Auschwitz e Birkenau hanno sicuramente imparato molto. E’ interessante osservare come l’ esperienza modifichi il proprio stato d’animo e l’atteggiamento. I ragazzi, dapprima raccontano ciò che hanno imparato dai libri e dalla scuola.  Durante la visita ad Auschwitz e Birkenau, il loro silenzio è assordante. Dopo, le parole escono a fatica, rotte dall’emozione e dall’angoscia. Senza retorica, solo presa di coscienza e desiderio di trasmettere la Memoria e non dimenticare.

Concludo riportando le parole di uno dei ragazzi: ” Questo viaggio è importante perchè la nostra generazione è l’ultima che potrà fruire di una testimonianza diretta di coloro che hanno vissuto lo sterminio, dopo di che, queste tragedie diventeranno davvero storia, da cronaca passeranno a storia”.    Vi invito a dedicare qualche minuto del vostro tempo per vedere questo video e leggere il libro di Nedo Fiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: