Pubblicato da: Beppe Cacòpardo | 13 settembre 2009

LA RIMOZIONE DEI SIMBOLI DEVE ESSERE CONTRASTATA, CON DECISIONE

Brevi appunti e riflessioni a proposito della rimozione della targa dedicata a Peppino Impastato

Peppino Impastato, simbolo della lotta alla mafia

Peppino Impastato, simbolo della lotta alla mafia

Vergognosa la rimozione della targa dedicata a Peppino Impastato dalla biblioteca civica a Ponteranica, in provincia di Bergamo,  per volontà del nuovo sindaco leghista, che vorrebbe dedicarla a una personalità locale,  padre Giancarlo Baggi dell’ordine dei Sacramentini.

Peppino Impastato fu ucciso dalla mafia nel 1978.  La sua storia è nota a tutti e la sua vita,  le sue scelte che lo hanno esposto fino alla morte, rappresentano dei simboli, molto precisi e forti.

La rimozione della targa a lui dedicata è uno schiaffo alla memoria, alla storia, ai simboli.

I simboli muovono grandi emozioni, rappresentano azioni e persone, come ben sanno anche le associazioni che lavorano nel sociale. Rimuovere i simboli è come voler  rimuovere  valori e  principi dal cuore e dalla mente delle persone. Questo determina  un moto di ribellione e reazione in chi crede nell’importanza della memoria.

Vi invito a leggere alcuni passi di questa vicenda nel sito http://www.peppinoimpastato.com,  in particolare la lettera dei Padri Sacramentini, contrari a questa rimozione.  Ecco un passaggio significativo:

“…     la Comunità dei Padri Sacramentini riconosce e stima l’operato che contraddistinse il lavoro di padre Giancarlo Baggi, ma non può approvare che la memoria di un confratello sia usata in una logica di contrapposizione e di divisione, tanto più se questa contrapposizione riguarda un testimone di giustizia come Peppino Impastato, ucciso per il suo impegno civile.
I religiosi sacramentini auspicano dunque che la biblioteca comunale torni ad essere dedicata a Peppino Impastato, fiduciosi che l’Amministrazione comunale riuscirà a trovare soluzioni alternative per ricordare l’opera di padre Baggi. ”

I simboli  favoriscono l’identificazione,  la condivisione di un’idea,  il senso di appartenenza. E vanno difesi, con fermezza e decisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: