Pubblicato da: Beppe Cacòpardo | 25 marzo 2014

OCCHIO ALL’INNOVAZIONE NEL FUNDRAISING

Ogni volta che si affronta il tema della pianificazione strategica e operativa di comunicazione e fundraising, in un corso di formazione o nella definizione di un piano specifico, particolare attenzione è dedicata alla innovazione come fattore decisivo di efficienza ed efficacia.

Stare al passo con l’innovazione è faticoso, ma imprescindibile. I fundraiser di lungo corso come me, negli anni, si sono misurati con una costante e rapidissima evoluzione di ambienti, mezzi e strumenti di comunicazione e gestione: database relazionale, cloud computing, siti open source, social network, piattafome crowdfunding, sistemi di pagamento online.

Fa eccezione, il vecchio e glorioso salvadanaio, la cui unica evoluzione è consistita nel passaggio da scatola di cartone a scatola di plexiglass.

Da oggi, anche il salvadanaio potrà essere messo a riposo, per fare posto a http://www.donachiaro.com/ “sportello donazioni per tutti coloro che vogliono informarsi sui progetti, donare in sicurezza, sapere dove va a finire il proprio denaro ed avere una ricevuta fiscalmente utile”.

Per quanto mi riguarda, considero la “Stazione Itineris” una innovazione che va nel senso:

  • della diversificazione, integrazione e interazione di attività, canali e strumenti di raccolta fondi
  • dell’ampliamento delle possibilità/opportunità di donazione

Ho avuto modo di sottoporla all’attenzione di un paio di associazioni che hanno apprezzato e mostrato interesse per le sue caratteristiche, che assicurano a chi dona efficacia, sicurezza e trasparenza.

Ne parlo e ne scrivo, perché possa diventare un’opportuità per molte associazioni, non solo per le major.

Attenzione però, se è vero che l’innovazione tecnologica è una variabile da considerare con la massima attenzione, è altrettanto vero che anche “Stazione Itineris”, per essere davvero efficace, deve essere coerente e funzionale alla strategia di fundraising nel suo complesso.

Sono interessato ad uno scambio di idee con colleghi fundraiser, operatori e dirigenti di orgnizzazioni nonprofit per condividere le mie valutazioni su questo innovativo strumento. Grazie.

 

Annunci

Responses

  1. Molto interessante! Ti segnalo il mio blog, se ti va seguirlo, magari trovi qualche spunto che può tornarti utile… O sviluppare un articolo a 4 mani su temi affini 😀 socialmarkethics.com

  2. Caro Beppe
    mi sembra davvero un’idea innovativa e molto interessante!
    potresti spiegarmi meglio? Si comprano, si noleggiano, dove andrebbero posizionati ecc…?

    • Ciao Ilde, sentiamoci in giornata per rispondere alle tue esigenze di chiarimento. A presto, Beppe


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: