Pubblicato da: Beppe Cacòpardo | 25 novembre 2014

NON SONO ANGELI

#nonsonoangeli_Altan_nov 2014Nata dall’idea di Nino Santomartino e Marco Binotto già promotori di #diventapartito in pochi giorni la campagna ha ricevuto numerose e importanti adesioni di associazioni, giornalisti, opinion leader, come si può vedere dal blog dedicato nonsonoangeli 

Tra queste, la più significativa mi appare, per ovvie ragioni, quella del Forum Ligure del Terzo Settore.

Il successo dell’iniziativa è la dimostrazione di come la comunicazione positiva e propositiva può fare breccia. Constatazione non del tutto scontata, dal momento che è opinione comune che le cattive notizie catturano molto più delle buone, quelle negative, molto più di quelle positive.

Va dato dunque merito a Buonenotizie.it e Corriere Sociale per lo sforzo prodotto, in controtendenza rispetto ad altre testate.

A partire dalla divulgazione di buone prassi, è possibile riprendere e rilanciare un tema molto caro a chi, come me, si occupa di comunicazione sociale e fundraising. Mi riferisco al rapporto tra nonprofit e mondo dell’informazione.

Mentre le “brutte” notizie suscitano più facilmente sorpresa, attenzione, emozione, al contrario, quelle “belle” sembrano avere scarsa penetrazione e impatto sull’opinione pubblica.

Per questa ragione devono essere comunicate bene e meglio, superando il “piattume” che spesso le contraddistingue.

Per imporsi e “bucare lo schermo”, le buone notizie devono incuriosire, divertire, intrigare, scuotere.

Sono questi gli ingredienti, troppo spesso carenti nella comunicazione nonprofit, necessari a conquistare maggiore visibilità e spazio, per imporre la cultura del “bene” su quella del “male”; per generare fiducia, contrastando ciò che alimenta sfiducia.

Perché nel nonprofit si affermi uno stile di comunicazione più accattivante, occorrono competenze, capacità di sintesi, professionalità, insieme a forte passione, da trasmettere in chi legge o ascolta. Occorre non parlarsi addosso, tra addetti ai lavori. Occorre mettersi nei panni degli interlocutori.

Su queste basi e forti dell’adesione di testate e giornalisti, condivido i due prossimi step indicati dai promotori della campagna :

Primo step: documento di sintesi che, evidenziando adesioni, contributi, pubblicazioni, valorizzi il senso e il significato della campagna, cresciuti strada facendo. Documento che, nel contempo, costituisca la base di un confronto utile ad affrontare il successivo step.

Secondo step: incontro di approfondimento tra operatori della comunicazione nel Terzo Settore e operatori dell’informazione, che prepari il terreno ad un momento di confronto più allargato, sui territori, che possa contribuire a determinare le condizioni di un più ampio e serrato rapporto con i media.

Mi permetto di proporre un terzo step, riguardo la possibilità di sviluppare fundraising di comunità a sostegno di iniziative dal basso, di volontari e cittadini che hanno deciso e decideranno di organizzarsi per la tutela del proprio territorio, per prevenire disastri causati più che da eventi metereologici, seppure eccezionali, dall’incuria, dal degrado, dall’abbandono, dalla speculazione.

Ad oltre 50 anni di distanza, mi piacerebbe contribuire alla costruzione di un movimento, non solo di opinione, che metta in pratica l’appello di John Fitzgerald Kennedy: “Non chiedete che cosa il vostro paese può fare per voi, ma cosa voi potete fare per il vostro paese”.

Un movimento di semplici cittadini che, almeno la domenica, smetta di poltrire davanti al televisore e, in modo organizzato, si prenda cura dell’altro, del proprio territorio, del patrimonio ambientale e culturale che dobbiamo preservare guardando al futuro.

Su questo versante, i comunicatori e i fundraiser possono e debbono mettersi insieme, proporre, fare.

Annunci

Responses

  1. L’ha ribloggato su Social Web Consulting.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: